Biagio in Viaggio – Ballabio

Vigna Ballabio - Farfalla

Ballabio è un’azienda storica nel cuore di Casteggio in località San Biagio che produce esclusivamente bollicine Metodo Classico provenienti dall’uva più delicata ed elegante di sempre: il Pinot Nero.

Un secolo di storia

Angelo Ballabio Spumante

L’azienda nata nel 1905 prende avvio da un uomo considerato oggi come uno dei pilastri della spumantistica oltrepadana: Angelo Ballabio. Dopo l’esperienza in Francia e nelle Langhe, Angelo Ballabio volle creare un mondo tutto suo che si distaccasse da quello che rappresentava la viticoltura nell’Oltrepò pavese caratterizzata soprattutto dalla Bonarda in versione frizzante (un vino decisamente troppo semplice ed economico). Forte della sua esperienza e con grande impegno affianca il compito di direzione della Società Vinicola Italiana di Casteggio.

La fama degli spumanti Metodo Classico firmati Ballabio cresce a tal punto che nel 1931 il principe Emanuele Filiberto duca d’Aosta ottiene di fregiarsi delle insegne ducali.

Da Angelo Ballabio l’azienda passa a suo figlio che, non avendo eredi, decide di lasciare i terreni nelle mani di imprenditori della zona. Oggi a guidare l’azienda sono Filippo, Mattia, Alfio e Nicolò Nevelli, fratelli e cugini che hanno creduto nella specializzazione di spumanti metodo classico a base esclusivamente di Pinot Nero esaltando così le caratteristiche di un territorio ancora fortemente penalizzato e poco conosciuto.

Oltrepò Pavese, terra d’elezione del Pinot Nero

Il Pinot Nero è stato senza dubbio il protagonista indiscusso di queste terre. Ritrovamenti di vite di Pinot Nero sono stati rinvenuti nei pressi di Casteggio, una volta detta Clastidium addirittura in epoca preistorica. Qui il Pinot Nero gode del suo habitat naturale: siamo nel 45° parallelo, equidistanti da Polo Nord ed Equatore. Brezze che accompagnano tutta l’estate creano caldo di giorno e fresco di notte. Il risultato sono escursioni lente ed omogenee, che permettono la perfetta maturazione delle uve che altrimenti, con temperature più fredde si gelerebbero e con temperature più calde brucerebbero. Il Pinot Nero è infatti un’uva molto apprezzata dagli intenditori ed appassionati di tutto il mondo per essere una varietà molto delicata ed elegante. I terreni dei vigneti di Ballabio sono gessosi e calcarei, come quelli della dorsale che parte da Casteggio. Nelle zone in cui il terreno è argilloso e le temperature sono più alte invece, si tende a produrre il classico vino rosso dell’Oltrepò a base di Bonarda, Barbera, Croatina e Uva Rara. Una scelta, questa, che non ha interessato Ballabio che si è concentrata esclusivamente sulla produzione di bollicine Metodo Classico a base di Pinot Nero.

remuage metodo classico ballabio

La zona dell’Oltrepò, che fortunatamente sta riscuotendo il successo che merita, è una zona vitata cinque volte più ampia della Franciacorta e la terza per coltivazione di Pinot Nero dopo la Champagne a la Borgogna. Merita quindi che aziende come Ballabio le diano lustro attraverso vini e spumanti raffinati ed eleganti.

Perché Farfalla?

Nell’etichetta di ogni vino spumante firmato Ballabio compare il nome “Farfalla”. Questo perché la vigna più storica di Ballabio ha la forma che ricorda proprio una farfalla. Si tratta di una porzione di vigna che si trova in località San Biagio ai confini con il comune di Calvignano. Dopo accurate analisi, si è visto come i vini provenienti dal vigneto Farfalla fossero qualitativamente più elevati.

farfalla noir collection ballabio
farfalla noir collection ballabio
rosè ballabio
gruppo biagioli da ballabio

La lavorazione in vigna segue un’etica ben precisa che non utilizza diserbanti ma solo concimi organici o sovescio. L’utilizzo della facelia svolge un doppio ruolo perché attira le api e permette l’interazione tra la pianta e la vigna tenendo lontani i vettori nocivi per la vite. L’ape così diventa la sentinella della salute della vite e simbolo della grande biodiversità che caratterizza l’Oltrepò.

Per questo motivo Matteo, uno dei ragazzi traino dell’azienda, sostiene che “la personalità di un vino deve essere tirata fuori dal territorio”. Ed è così che si può garantire un’uva completamente sana nonostante l’annata: adattando i trattamenti alle condizioni metereologiche.

Gli spumanti Metodo Classico di Ballabio si dimostrano eleganti e raffinati, perfetti per essere abbinati a piatti di pesce gourmet dal grande carattere. Talmente buoni che il Rosè Farfalla Collection ha ottenuto uno dei più alti riconoscimenti a livello internazionale: i tre bicchieri Gambero Rosso.

Se sei un ristoratore/ristoratrice delle Marche e vuoi inserire i prodotti di Ballabio nella tua Carta Vini contattaci qui!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *