ANDREA FELICI

MARCHE / APIRO / MC

ZONA DI COMPETENZA: PU


Andrea Felici cresciuto nelle verdi colline marchigiane, aiuta la famiglia di agricoltori e nel 1978 prende in mano l’azienda. Siamo tra Apiro e Cupramontana, nel vero cuore delle terre del Verdicchio, tra l’Adriatico e l’Appennino, in valli ora strette, ora dolci, sempre percorse da correnti d’aria provenienti dal mare con straordinarie escursioni termiche. Il territorio di Apiro, sede aziendale, rappresenta la massima espressione di questo terroir unico, su una collina ai piedi del Monte San Vicino, ad un’altitudine media di 516 metri sul livello del mare. Rese basse, esaltazione del territorio e lunghi affinamenti, sono i principi cardine sui quali si sviluppa la filosofia di Andrea Felici. Felici insieme alla vigna cresce anche un figlio, Leopardo, che dopo aver passato diversi anni come sommelier tra Londra e l’Italia, lavorando anche in ristoranti stellati come l’Enoteca Pinchiorri, torna in azienda. Nel 2020 Gambero Rosso nomina Leopardo Felici vignaiolo dell’anno e il suo Verdicchio come “una delle migliori espressioni delle Marche”. Forbes include il vino di Felici nella lista dei migliori bianchi italiani e il Corriere della Sera lo nomina tra i 50 migliori vini d’Italia.

UBICAZIONE CANTINA: CONTRADA SANT’ISIDORO, APIRO (MC)

INIZIO ATTIVITÀ: 1978

ETTARI VITATI: 12

VITIGNI COLTIVATI: VERDICCHIO

VITIVINICOLTURA: BIOLOGICO

I NOSTRI PRODOTTI

Verdicchio dei Castelli di Jesi Classico Superiore doc Azienda Andrea Felici

Verdicchio dei Castelli di Jesi doc Classico Supreiore

Acquista
Castelli di Jesi Verdicchio Riserva Classico Cantico. della Figura Azienda Andrea Felici

Castelli di Jesi docg Riserva Verdicchio Classico “Cantico della Figura”

Acquista

MARCHE / APIRO / MC ZONA DI COMPETENZA: PU Andrea Felici cresciuto nelle verdi colline marchigiane, aiuta la famiglia di agricoltori e nel 1978 prende in mano l’azienda. Siamo tra Apiro e Cupramontana, nel vero cuore delle terre del Verdicchio, tra l’Adriatico e l’Appennino, in valli ora strette, ora dolci, sempre percorse da correnti d’aria […]